LibreOffice 5.0. Le novità della nuova suite per ufficio per PC e (presto) anche smartphone e Web

Forse non tutti lo avrete notato, ma nei giorni scorsi è finalmente stata resa disponibile per il download la major release 5.0 di una delle più popolari suite per ufficio open source gratuite, LibreOffice. La nuova versione del programma, rilasciata lo scorso mercoledì, è stata rinnovata in maniera sostanziale, con la correzione di oltre 25.000 bug e l’introduzione della compatibilità con Windows 10. Ma non solo, visto che LibreOffice 5.0 sarà anche la base di quella che diventerà la versione mobile della suite per ufficio.

LibreOffice 5.0 Start Center

Tra le novità, oltre alla compatibilità con il nuovo sistema operativo di Microsoft, figura anche un nuovo Start Center, che fornisce un accesso semplice ai documenti modificati di recente, nonché il miglioramento dei filtri che consentono l’importazione di contenuti da formati quali il word processor di Apple, Pages, o il programma di disegno MacDraft. Ancora, il modulo di elaborazione testi della suite, Writer, ora supporta la possibilità di esportare ombreggiature ed evidenziazione dei testi nel formato di Microsoft Word.

Per quel che riguarda il foglio di calcolo della suite, Calc, l’equivalente di LibreOffice di Excel, ha ricevuto un vasto numero di miglioramenti riguardanti, tanto per citarne alcuni, una maggiore compatibilità con Excel, varie nuove funzioni e la possibilità di ripetere le etichette nelle tabelle pivot.

Come dicevamo poco fa, non è comunque finita qui. La release 5.0 di LibreOffice infatti porta novità molto desiderate anche per Android, con l’introduzione, per gli utenti dell’OS di Google, della possibilità di editare i propri documenti in mobilità, cosa non possibile con le precedenti versioni del programma, che funzionavano da semplici viewer.

Si dovrà attendere ancora un po’, sino a fine anno, per potersi tuttavia servire in maniera stabile di LibreOffice su device mobili (Android e Ubuntu Touch), e ancora un po’ di più per vedere realizzata la nuova versione Web-Based della suite, che offrirà funzionalità collaborative come già fanno le controparti di Google e Microsoft. Prevista anche una versione per dispositivi iOS, anche se ancora non si conoscono ulteriori elementi riguardanti la data di rilascio.

Forza, che aspettate a scaricarlo? Anche se possedeste già qualche altra suite per l’ufficio, la gratuità, le ottime prestazioni e la vasta mole di nuove funzionalità presenti in LibreOffice 5.0 valgono sicuramente il piccolo sforzo di installare un altro programma sul vostro PC!

Via | LibreOffice